v Google Flights, il motore di ricerca dei voli low cost | Luigi Nervo
Google Flights, voli low cost

google flightsLe vacanze si avvicinano e cerchi online voli low cost internazionali, in Europa o in Italia? Google Flights è lo strumento per trovare offerte di viaggi economici e last minute per ogni destinazione. Il tutto grazie alla potenza del più grande motore di ricerca del mondo, a Google Maps e agli accordi che il colosso del web sta stringendo con le compagnie aeree. Come funziona Google Flights? Il primo passo è quello di selezionare la città di partenza, quella di destinazione e una data indicativa. Come località si possono inserire anche paesi e regioni generiche: possiamo quindi cercare voli low cost per Milano, Londra, Andalusia, Spagna, Stati Uniti, Europa e qualsiasi destinazione più o meno dettagliata. Si possono indicare dei filtri, per esempio la durata del viaggio, il numero di scali o la linea aerea preferita. Si possono così programmare facilmente voli di sola andata, andata e ritorno o itinerari che prevedono periodi in città diverse. Una volta trovato il volo low cost più conveniente, Google Flights indica le compagnie di riferimento che dovranno essere contattate per procedere con la prenotazione online. Quello che caratterizza Google Flights, oltre al sistema di geolocalizzazione ereditato da Google Maps, è lo strumento di confronto dei risultati che rende questo strumento unico e competitivo contro i giganti delle prenotazioni online di voli low cost come eDreams, Expedia, Volagratis, Kayak e Volo24. Questo rende possibile individuare diversi periodi e trovare il volo più economico grazie ad un grafico a istogrammi che mette in evidenza le differenze di prezzo dei voli più economici in diverse fasce temporali. A chi è rivolto Google Flights? Il target principale è costituito dai viaggiatori che vogliono trovare i voli low cost più convenienti per le loro vacanze e che hanno un minimo di flessibilità di periodi e di destinazioni. Se usato bene, permette infatti di trovare viaggi economici in Europa e nel mondo. Si rivela quindi uno strumento molto efficace nella prima fase di ricerca online di un viaggio, quando si è ancora indecisi sul luogo della vacanza e si vuole sondare il terreno per trovare soluzioni adatte al budget a disposizione. I limiti di Google Flights sono principalmente due. Il primo è la mancanza di un sistema di booking online che permetta di prenotare direttamente presso la compagnia aerea. Il secondo è l’assenza di importanti compagnie low cost come EasyJet, RyanAir e Lufthansa. Tuttavia si tratta di due lacune facilmente colmabili e sulla seconda Google ha già fatto sapere che si sta già attivando per attivare i contatti con i soggetti mancanti. D’altra parte, per questi operatori rimanere escluse dal servizio potrebbe comportare una perdita di clienti a favore di altre compagnie aeree low cost come Vueling.

Articoli correlati

Un pensiero su “Google Flights, il motore di ricerca dei voli low cost”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *