v SEO, come fare link building per posizionarsi su Google | Luigi Nervo
SEO link building

SEO link buildingIl link building è una delle tecniche SEO per posizionare un sito su Google e sugli altri motori di ricerca. Spesso sottovalutata, questa attività è invece fondamentale per garantire l’autorevolezza di una pagina. Come funziona il link building? Google rileva i backlink interni e quelli provenienti da altri siti web, assegnando un punteggio maggiore alle pagine con tanti link, soprattutto se provenienti da siti web considerati autorevoli nel settore di riferimento. Un backlink è considerato come una referenza: se un sito autorevole inserisce un link alla mia pagina, significa che ha valutato positivamente il mio lavoro. Un backlink per essere più efficace deve rispettare una precisa sintassi. Innanzitutto non deve avere l’attributo nofollow che è quello che blocca gli spider di Google. Le parole sulle quali viene inserito il link devono essere affini all’argomento della mia pagina e lo stesso vale per il title del link. Inoltre, sarebbe opportuno inserire il link in un sito che tratta un argomento simile a quello della pagina di destinazione. Negli anni è cresciuta l’importanza dei backlink generando anche attività scorrette che adesso vengono rilevate grazie ad implementazioni dell’algoritmo dei motori di ricerca come Google Penguin o Google Hummingbird che hanno lo scopo di offrire la migliore esperienza all’utente. Come fare link building nel modo corretto? Se vogliamo utilizzare il link building per migliorare il posizionamento su Google, dovremo fare in modo di venire linkati da siti web, blog e forum autorevoli ricordando che solo i link senza nofollow vengono rilevati da Google. I link dovrebbero essere pertinenti e concessi volontariamente dall’autore che reputa i nostri contenuti interessanti. Come non fare link building? Se non vogliamo essere considerati da Google dei black hat con conseguente penalizzazione, evitiamo le tecniche scorrette. Non colleghiamo le nostre pagine alle link farm, diffidiamo dei siti che vendono link e non costruiamo circuiti con il solo scopo di linkare siti tra di loro. Prima o poi Google scoprirà tutti i black hat. Uscire da una penalizzazione è un processo lungo e complicato: meglio fare link building in modo onesto.

Articoli correlati

  • Un sito veloce migliora il posizionamento Seo su Google?Un sito veloce migliora il posizionamento Seo su Google? La velocità di caricamento del sito Internet è uno dei fattori che influiscono nel posizionamento su Google. Fare un sito web veloce è aiuta quindi l'attività Seo e permette di aumentare […]
  • Come funziona Google PenguinCome funziona Google Penguin Google Penguin è l'algoritmo per identificare i siti Internet che utilizzano pratiche SERP ingannevoli per aumentare il page rank e posizionarsi sui motori di ricerca. Il nuovo update di […]
  • Google Hummingbird (Google Colibrì) influenza il SEO?Google Hummingbird (Google Colibrì) influenza il SEO? Google ha lanciato il nuovo algoritmo di ricerca, Google Hummingbird (in italiano Google Colibrì) per migliorare i risultati della SERP. Come incide sul SEO? Questa è la domanda che si […]

2 pensieri su “SEO, come fare link building per posizionarsi su Google”

    1. ciao… domanda molto interessante
      per quanto riguarda il ranging, Google utilizza solo i link dofollow, mentre la maggior parte dei social utilizza link nofollow (puoi verificare cliccando con il tasto destro del mouse su analizza elemento sul link in questione). Quindi non ha una correlazione diretta sull’algoritmo di Google.
      Tuttavia l’argomento è controverso e prove empiriche dimostrano che c’è una correlazione tra condivisioni social e ranking su Google. In fin dei conti una condivisione social è una referenza e tante condivisioni aumentano la possibilità di avere link autentici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *