Pensare a vendita online e offline come a due mondi separati è ormai un concetto superato. Questi due canali devono essere integrati e possono rinforzarsi a vicenda. Per questo motivo, se hai un negozio fisico dovresti pensare alla possibilità di costruire anche un e-commerce.

Per fare questo passo però è necessaria una strategia di marketing perfetta perché è richiesta la gestione della piattaforma e della logistica. Non è semplice avviare e gestire un e-commerce, ma se viene fatto nel modo giusto può aumentare il fatturato del negozio e aiutarlo a reagire allo strapotere dei centri commerciali e dei colossi della vendita online come Amazon.

Perché aprire un e-commerce se hai già un negozio

Avere già un negozio fisico non impedisce di aprire un e-commerce e iniziare a vendere online; al contrario, è un grandissimo punto di forza. Con un’attività avviata e un parco clienti fidelizzato, c’è una buona base di partenza per vendere anche online. Il primo vantaggio è che ai clienti viene offerta una possibilità aggiuntiva per acquistare e quindi ci sono meno probabilità che si rivolgano altrove. Il secondo è che questa base clienti può essere ampliata, con persone che altrimenti sarebbero state irraggiungibili.

Le vendite online e offline sono collegate. Pensiamo a tutte quelle persone che cercano online e poi vanno a comprare in negozio (chi si occupa di moda sa bene di cosa sto parlando). Con un e-commerce possiamo farci trovare da chi sta cercando un prodotto e poi lasciare loro la libertà su dove acquistare. Indirettamente questo canale di vendita può aumentare le vendite in negozio anche se il punto vendita non si trova in un grosso centro commerciale o in una via centrale.

Con un e-commerce riusciamo a vendere di più, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ovunque. Alcuni prodotti, difficili da vendere ai nostri clienti abituali, possono essere venduti più facilmente online rivolgendoci ad un pubblico che prima non ci conosceva. L’e-commerce, in aggiunta al negozio fisico, è quindi un ottimo strumento per aumentare il nostro giro di affari e superare le difficoltà che dobbiamo affrontare offline.

I primi passi per avviare un e-commerce

Tutto parte dalla strategia di marketing. Prima di iniziare, dobbiamo disegnare un quadro di quella che è la situazione attuale: punti di forza e debolezze del negozio. A questo punto occorre decidere cosa vendere online: tutti i prodotti disponibili in negozio, solo una parte di questi oppure articoli che in negozio non trovi nemmeno? Ci sono tante possibilità: bisogna decidere come procedere e costruire una strategia forte basata su queste scelte.

Ovviamente è necessario registrare il dominio e costruire il sito e-commerce più adatto alle nostre esigenze. La struttura del sito è importantissima: deve essere un compromesso efficace tra il mood del negozio e le esigenze tecniche e di marketing in ottica di visibilità e usabilità (queste sono le 5 S fondamentali dell’e-commerce).

Il terzo aspetto da considerare prima di aprire un e-commerce è quello legato alle risorse impiegate. Come vedremo nel dettaglio nei prossimi paragrafi, servono investimenti, tempo e persone per portare avanti tutti gli aspetti legati alla promozione e alla gestione della vendita online.

Come gestire e fare crescere un e-commerce

Per la gestione delle vendite online e la promozione dell’e-commerce bisogna considerare diverse attività e persone che dedichino parte del loro tempo ad esse. Vediamole le principali.

Caricamento prodotti e gestione del magazzino

Dobbiamo caricare nel catalogo online i nuovi prodotti e gestire il magazzino: le quantità disponibili, gli ordini, le spedizioni ed eventuali resi, offerte e promozioni, foto e descrizioni. È consigliabile che a fare questo lavoro sia qualcuno che si occupa di vendita, ma dobbiamo considerare che avrà meno tempo per svolgere la sua attività principale. In più, questa persona dovrà avere almeno delle conoscenze di base su Seo e comunicazione per poter ottenere la massima visibilità. Per questo, è consigliabile una formazione o l’affiancamento di un professionista specializzato.

Logistica

È necessario un magazzino per conservare i prodotti in vendita e questo è uno dei vantaggi della vendita online per chi ha già un negozio fisico. Dobbiamo però considerare gli aspetti legati all’imballaggio e alla spedizione degli ordini: altro tempo da dedicare a fronte di un aumento delle vendite.

Promozione e comunicazione

Un e-commerce deve essere trovato online. Pubblicità e comunicazione sono i canali migliori per raggiungere nuovi clienti. La gestione dei social (Facebook, Instagram) può sembrare molto semplice, ma in realtà bisogna conoscere a fondo il loro funzionamento in ambito professionale. In una piccola realtà è sufficiente affidare la comunicazione alla persona più smart dello staff, ma è sempre consigliata l’assistenza di un professionista che aiuti a leggere i dati e a migliorare il piano di comunicazione. C’è poi da considerare la pubblicità che può portare grandi risultati, ma non è facile da gestire in autonomia.

Gestione clienti

I clienti sono la risorsa più grande di un e-commerce. Coltivarli e coccolarli è il compito del CRM manager. Anche questo ruolo può essere svolto dai commessi del negozio che già si occupano offline della gestione dei clienti. Online hanno degli strumenti in più, ma si trovano anche in un contesto nuovo: con un percorso di formazione da parte di un professionista, possono diventare ancora più bravi e fidelizzare i clienti.

Gestione tecnica del sito e-commerce

Qualunque sito ha bisogno di manutenzione periodica per essere sempre aggiornato. Nel caso di un e-commerce, questo aspetto è ancora più importante a causa della sua complessità. Questo lavoro va fatto da un professionista del settore che deve essere in grado di ottimizzare il sito in ottica Seo, oppure che deve essere supportato da chi lo sa fare.

Quante persone servono per gestire un e-commerce

Abbiamo visto che la gestione di un e-commerce richiede diverse attività diverse. Di solito un’azienda di grandi dimensioni ha figure specializzate che si occupano esclusivamente di ogni singolo aspetto e a volte sono dedicate a categorie specifiche. Per un negozio di piccole dimensioni, le attività commerciali, di caricamento prodotti, di logistica e di pubblicazione sui social possono essere svolte dal personale interno. Però è fortemente consigliata la consulenza di figure professionali che si occupino di gestione del sito, pubblicità, ottimizzazione Seo per Google e per i motori di ricerca e per trovare nuovi canali di vendita online e di visibilità.

Quali sono i costi di un sito e-commerce

Non esiste un costo giusto per un sito e-commerce. Le variabili sono tantissime: dalla dimensione alla complessità. Prima di iniziare dobbiamo considerare i costi per la costruzione del sito e la formazione delle persone interne che saranno coinvolte nella gestione.

Una volta avviato, dovremo mettere in conto i costi di manutenzione, la consulenza di marketing che permette all’e-commerce di raggiungere i clienti e il tempo impiegato dalle risorse interne per gli aspetti commerciali e logistici.

Aprire un e-commerce conviene?

Aprire un e-commerce non sempre conviene. Per ottenere risultati, sono necessari dedizione e impegno. Abbiamo visto quali sono i vantaggi di un e-commerce per un negozio fisico: è innegabile che, se portato avanti nel modo giusto, può aumentare molto le vendite. A volte però, un più semplice sito vetrina può essere la scelta migliore per un negozio. Il consiglio è quello di consultare un professionista onesto che guidi verso la migliore strategia di marketing e comunicazione.

A chi rivolgersi per aprire un e-commerce

Ci sono diversi professionisti e agenzie che possono guidare il proprietario di un negozio nell’apertura di un e-commerce, nella realizzazione del sito e nella comunicazione. Sconsiglio i servizi di realizzazione di e-commerce fai da te o quelli che promettono un sito gratis: spesso si va incontro a soluzioni che non funzionano o a spese maggiori.

Visto che realizzazione del sito e-commerce, marketing, comunicazione e pubblicità sono aspetti legati tra di loro, affidati a chi può aiutarti in tutti questi aspetti. Se hai domande in merito o stai pensando di aprire un e-commerce per il tuo negozio, scrivimi dalla pagina contatti e raccontami la tua idea.

Pin It on Pinterest