Google Core Update in arrivo? Niente paura

Dic 7, 2021 | Seo

Periodicamente Google rilascia un nuovo Core Update del suo algoritmo e nella comunità Seo si scatena il delirio. Siti che crollano, altri che guadagnano posizioni, webmaster che corrono ai ripari e modificano tutto. È una scena che si ripete sempre, ogni volta. Ma certe reazioni sono esagerate: per essere tranquilli, basta aver lavorato correttamente fino a quel momento. Chi si spaventa troppo, non ha la coscienza pulita.

In realtà, questi Core Update che fanno tanta paura sono solo la punta dell’iceberg, sicuramente quelli di maggiore impatto. Secondo quando dichiarato da Danny Sullivan (Public Liaison for Search), solo nel 2018 Google ha rilasciato 3200 aggiornamenti al suo algoritmo, spesso interventi minori che contribuiscono a costruire la grande machina del motore di ricerca numero uno al mondo.

Google è un’azienda privata che vende pubblicità e il suo obiettivo è quello di mantenere alta la qualità del prodotto, in modo da trattenere gli utenti e quindi gli inserzionisti. Per questo motivo, premia i siti web che danno informazioni di qualità, corrette e pertinenti. Per non farsi prendere di sorpresa dagli aggiornamenti dell’algoritmo Google, è sufficiente pensare sempre agli utenti e seguire alcune semplici linee guida.

Produci contenuti con valore aggiunto per gli utenti

Basta con i contenuti copia&incolla. I contenuti devono essere originali e dare qualcosa di nuovo ed utile ai lettori. Vuoi scrivere di un argomento già visto da altre parti? Ok, ma dai una tua interpretazione, aggiungi dei dati, porta del valore che posso trovare solo sul tuo sito. Scrivi in modo naturale, senza forzare le keyword o i titoli solo perché te lo dice un plugin. Un valore importante è anche quello della coerenza: non scrvere articoli solo per fare traffico, ma rispetta sempre la linea editoriale e il contesto del sito.

Inserisci link pertinenti e non imbrogliare

Il web è un mondo aperto. Assicurati che ogni pagina sia facilmente raggiungibile attraverso un percorso che parte dalla home del sito, altrimenti avresti delle pagine orfane, invisibili a Google. Allo stesso modo linka delle fonti autorevoli che possono offrire un approfondimento coerente. Non aver paura di mettere questi link in dofollow: non è una vergogna linkare altri siti, ma può essere un valore.

Arricchisci con contenuti multimediali

Se ne hai la possibilità, arricchisci le tue pagine con contenuti multimediali, come foto, infografiche o video. Il visual attira l’attenzione degli utenti e aiuta a spezzare l’uniformità di un testo scritto. Non hai un video tuo? Puoi sempre embedare un video rilevante da YouTube. Anche in questo caso, non è una vergogna ma un valore.

Rispondi a precisi intenti di ricerca

Quante volte hai cercato qualcosa su Google, hai cliccato su un articolo e hai trovato qualcosa di diverso? È molto fastidioso e l’algoritmo cerca di evitare queste situazioni. L’utente deve essere sempre al centro dei tuoi pensieri: scrivi per lui e Google sarà dalla tua parte. L’intento di ricerca è fondamentale: analizza il tuo pubblico, pensa a quello che vuole sapere e dai risposte precise e puntuali. Per alcune domande non servono 10000 parole, ma bastano due righe.

Scrivi informazioni vere in modo autorevole

Non scrivere informazioni false e scorrette. Questo mi sembra ovvio. Cerca di essere sempre trasparente e spiega chi sei. Su temi legati all’area “your money, your life” – quelli che afferiscono a scelte economiche o relative alla salute della persona – Google richiede che i contenuti vengano prodotti da esperti riconosciuti, in modo da avere la sicurezza che non possano recare danno alle persone. Ma, in modo meno vincolante, il concetto di autorevolezza si estende su ogni settore. Non puoi scrivere di un argomento che non conosci.

Scrivi correttamente ed evita i testi automatici

Il contenuto è il re, ma anche la forma è importante. Devi scrivere in modo corretto, senza fare grossi errori linguistici e grammaticali. Il refuso può sempre sfuggire, ma l’obiettivo deve essere quello di scrivere in modo chiaro per l’utente. Evita testi e traduzioni automatici perché il testo potrebbe essere sbagliato e poco di qualità. Se li usi, fai un check prima di pubblicare per aggiustare la forma e rendere il testo più umano.

Cura la user experience e la velocità di caricamento delle pagine

Un sito deve essere facile da navigare e veloce. Google ha introdotto i Core Web Vitals proprio per questo motivo. Evita elementi di distrazione o che possono aumentare l tempo di caricamento della pagina: l’utente esce dal sito se non trova immediatamente il contenuto che gli interessa.

Tieniti aggiornato sugli ultimi update dell’algoritmo di Google

Segui il blog ufficiale di Google per essere aggiornato sugli ultimi update. Se segui le linee guida che abbiamo visto, nella maggior parte dei casi non dovresti temere i Core Update e potresti anche notare degli aumenti di traffico. Tuttavia, è sempre utile sapere cosa sta cambiando ed eventualmente apportare delle piccole modifiche per migliorare sempre di più.

Articoli correlati

L’autore

Luigi Nervo

Luigi Nervo

Digital & Content Marketing Expert

Professionista dei contenuti digitali e giornalista che si occupa di strategie di marketing, Seo, social media, lead generation.

» Leggi la Bio

 

Mettiamoci in contatto

Vuoi aggiungere valore alle tue attività di digital marketing?

Mettiamoci subito in contatto! Mi trovi su LinkedIn, oppure puoi scrivermi compilando il form che segue.

Spero di sentirti presto.

9 + 4 =

L’autore

Luigi Nervo

Luigi Nervo

Digital & Content Marketing Expert

Professionista dei contenuti digitali e giornalista che si occupa di strategie di marketing, Seo, social media, lead generation.

» Leggi la Bio