Sono finiti i tempi in cui il negozio o lo studio si facevano trovare solo grazie agli annunci sui giornali, ai cartelloni, al passaparola o agli spot in qualche cinema di provincia. Oggi i clienti cercano quello che serve loro su Internet ed è qui che un’attività locale deve essere visibile e deve superare i concorrenti.

Ci sono diversi canali online che puoi utilizzare per promuovere la tua attività locale. In questo articolo introdurrò alcuni tra quelli più efficaci. Inizia a leggere e, se vuoi saperne di più, continua a leggere il mio blog o scrivimi dalla pagina contatti.

Scheda su Google Maps

Quando un cliente vuole trovare una attività nelle vicinanze, di solito utilizza direttamente l’app Google Maps, oppure la ricerca di Google che comunque mette in evidenza il riquadro di Google Maps. Per finire lì dentro, occorre registrare la propria attività su Google My Business, il cardine di partenza di ogni attività di Local Seo. Questa scheda ottiene il massimo risultato se puoi inserire l’indirizzo fisico della tua attività, ma funziona bene anche se non hai una sede ma indichi il raggio entro il quale vuoi vendere i tuoi prodotti o servizi.

La scheda Google My Business va aggiornata periodicamente con le variazioni di orario, le offerte, le ultime novità e le foto. Il grande vantaggio è che tutte queste informazioni forniscono nuovi elementi che permettono a Google di renderti visibile in relazione alle ricerche degli utenti. Non sottovalutare le recensioni dei clienti: sono uno degli aspetti determinanti per la scelta finale e possono avere un grande impatto sul posizionamento Seo.

Sito web

Il sito web è molto pù importante di quello che pensi. A differenza delle altre piattaforme che dipendono da algoritmi e cambiamenti decisi dai gestori, sul sito web hai pieno controllo: decidi tu cosa comunicare e in che modo. È il punto di collegamento tra tutte le presenze social e Google che lo utilizza come una delle fonti principali dalle quali trarre informazioni sulla tua attività.

Un sito web chiaro, aggiornato e con recapiti e contatti ben definiti è la base di tutta la tua comunicazione online. Se a tutto questo aggiungi un buon piano editoriale, è il massimo.

Social media

Facebook è il social media principale per le attività locali. Qui riesci a comunicare facilmente con i tuoi clienti, a farti lasciare recensioni e a condividere i valori della tua azienda. Spesso è su Facebook che i tuoi clienti si aspettano di trovare le ultime novità. In base al tipo di attività, può essere utile attivare anche altri social media (Instagram, Twitter, LinhedIn, TikTok), ma ci sono delle avvertenze: cerca di capire bene se un determinato social media può essere un nemico o un alleato, non interrompere mai il flusso di comunicazione e utilizza il linguaggio più appropriato al contesto.

Portali di settore

In alcuni settori esistono portali di settore molto forti che generano contatti: per esempio Booking per gli hotel, TripAdvisor per i ristoranti o Autoscout24 per i rivenditori di auto. Questi portali richiedono commissioni più o meno alte, ma spesso il loro servizio può essere vitale per la tua attività. Cerca di sfruttare al meglio le loro potenzialità, ma non considerarli mai il canale di vendita esclusivo: non diventarne dipendente, ma utilizza anche altri canali, primo fra tutti il sito web.

Pubblicità online

La pubblicità (per esempio su Facebook Ads o Google AdWords) è il canale più costoso, ma permette di ottenere risultati più velocemente. Il grande vantaggio della pubblicità online è che può essere rivolta ad un pubblico preciso all’interno di un’area geografica delimitata. Utilizza la pubblicità all’interno di un piano marketing pianificato solo se hai un messaggio forte o un’offerta da comunicare.

Newsletter

La newsletter ti permette di comunicare le offerte o le novità direttamente ai tuoi clienti fedeli. Crea un piano editoriale parallelo a quello dl sito web e dei social media. Cerca di comunicare il giusto senza esagerare.

Canale di vendita online

Se hai un’attività locale non significa che devi limitarti a vendere prodotti e servizi in un’area ristretta. Con l’e-commerce e i marketplace come Amazon puoi espandere i tuoi affari e rivolgerti a nuovi clienti (i passi per aprire un e-commerce per il tuo negozio).

Come iniziare

Abbiamo visto quali sono alcuni tra i canali più efficaci per un’attività locale, un negozio o uno studio. I primi passi sono la registrazione di una scheda Google My Business ben indicizzata e la costruzione di un sito web su misura per la tua attività. Sono due canali che richiedono una preparazione accurata perché sono fondamentali per tutti gli altri passaggi. Poi valuta quali tra gli altri canali sono veramente utili per la tua situazione.

Se hai domande, scrivimi. Se inizi nel modo corretto, cresci più velocemente.

Pin It on Pinterest

Share This